Nuova collaborazione Birra Flea

10:01 Greta Giordano 6 Comments

Ciao, stamattina facciamo un viaggio virtuale in Umbria e precisamente a Gualdo Tadino.
Gualdo Tadino si trova a due passi dalle più importanti città d’arte della regione (Assisi, Gubbio, Perugia, Spoleto, Spello, Montefalco,…).
Il territorio dell’Umbria dove è situato Gualdo Tadino (area nord-orientale) è caratterizzato da zone montuose e da scenari naturali incantevoli.
Questa città è anche centro d’eccellenza nella produzione della ceramica artistica, la rinomata lavorazione “a lustro”, resa famosa in tutto il mondo dal maestro Paolo Rubboli.
Birra Flea affonda le sue radici in questa terra sapiente e ricca di valori, una terra che ha reso le sue genti operosi e capaci di mettere cura e amore in ciò che prende vita dalle loro mani.
Matteo Minelli e sua moglie Maria Cristina hanno ideato e dato vita a “Birra Flea”, una nuova scommessa imprenditoriale, un sogno che racconta l’amore di questa famiglia per la propria città, una realtà che rimanda alla tradizione con un approccio assolutamente innovativo.
Birra Flea racchiude in sé tutti i migliori frutti della terra gualdese.
Birra Flea nasce dall’incontro tra le rinomate acque di Gualdo Tadino ed i migliori malti prodotti e selezionati all’interno dell’azienda agricola
I malti utilizzati per la produzione di birra derivano da orzi 100% italiani coltivati in terreni di proprietà esclusiva dell’azienda, garantendo così la filiera corta agroalimentare.
Le materie prime non reperibili in azienda (luppolo, lievito, zucchero..) vengono acquistate da selezionati fornitori.
Il birrificio Flea produce birra utilizzando malto d’orzo e di frumento, non utilizzando altri cereali non maltati, il prodotto non viene filtrato né pastorizzato, bensì rifermentato in bottiglia con lo scopo di preservare al massimo le caratteristiche organolettiche originali della birra, senza l’aggiunta di conservanti e additivi chimici.
L’impianto, di ultimissima generazione, è in grado di produrre 24 hl per ciclo produttivo con una cantina di fermentazione e stoccaggio di 400 hl. La capacità produttiva può superare i 3 milioni di bottiglie annue.
Gualdo Tadino e l'acqua
Un legame antico e inscindibile. A cominciare dalla denominazione stessa della Rocca Flea, che da sempre domina dall’alto il centro urbano, così chiamata perché costruita non lontano dalle sorgenti del fiume Fleo o Flebeo, nel cui nome si rintraccia la parola φλέψ, φλεβός usata dagli storici e geografi greci per indicare le vene d’acqua.
 Proprio qui, dalle parti della Rocca Flea, si trovò a passare intorno al 1242, negli anni dell’opposizione al papato, l’imperatore Federico II e vi trovò la fedele città ghibellina di Gualdo prostrata dopo il terribile incendio che ne aveva distrutto il precedente abitato. Commosso dalle sorti della città alleata, il sovrano volle dare un segno della sua munificenza dotandola di una cinta muraria difensiva e restaurando la Rocca, ponendo con le proprie mani la prima pietra. E inoltre «cavalcando in giro per il territorio, seminò con le sue mani frumento, orzo, spelta, fave, miglio e altre essenze, chiedendo a Dio onnipotente che facesse crescere il castello e moltiplicare la sua popolazione e si degnasse di assicurare cibo ed ogni bene e sicurezza come impegno eterno» (Chronicon)
Dalle rinomate acque di Gualdo Tadino e dai semi gettati secoli fa dall’imperatore Federico, nasce oggi la Birra Flea.

Ed ecco le birre di questo birrificio

La Bastola

                                        Bastola 

Birra rossa doppio malto

Bianca Lancia

                                        Bianca Lancia

Birra bianca

Federico II

                                         Federico II   

Birra chiara doppio malto tipo IPA

Costanza

                                        Costanza

Birra chiara speciale

Ogni birra ha una sua storia che vi riporterò quando farò l’abbinamento con il piatto.
Come potete vedere oltre che la cura nella selezione degli ingredienti per la produzione di queste birre, c’è anche una ricercatezza per quanto riguarda il design delle bottiglie.
Vi lascio i link per ulteriori info


Ed ecco ciò che gentilmente mi è stato inviato per la collaborazione (grazie di cuore!)

                                       

                     

                              

                      



E ora non vi resta che aspettare la pubblicazione delle ricette in abbinamento con queste meravigliose birre.
Buona giornata!!!!

   

Potrebbe piacerti anche...

6 commenti:

  1. Le bottiglie sono molto belle, non sembrano di birra .
    Aspettiamo le tue ricette per gli abbinamenti.
    Complimenti per la collaborazione!

    RispondiElimina
  2. Le bottiglie sono bellissime molto fini ed eleganti :D

    RispondiElimina
  3. Se le birre sono come le bottiglie sarà sicuramente ottima ciao::

    RispondiElimina
  4. Ciao Ada, si è vero le bottiglie sono eleganti!

    RispondiElimina
  5. Grazie Vivi... sonoproprio curiosa...prossimamente pubblico una ricetta in abbinamento

    RispondiElimina
  6. Ciao Hamina, vedrai presto.... :D grazie come sempre per la visita :D...

    RispondiElimina