Passa ai contenuti principali

Tagliolini del pastificio Plin al pesto

Ciao a tutte/i :D, in questi giorni sto leggendo i Vs post su Bloglovin... da stasera inizio a seguirvi qui, e chi di voi è interessato a seguire anche noi può ricambiare? Grazie..:D
Vorrei aver più tempo per poter commentare tutti i post che pubblicate, ma purtroppo sono quasi sempre fuori casa (non per lavoro), e mi riduco per forza di cose alla sera tardi a postare sul blog.... :(
Spero che questo brutto periodo passi in fretta e spero di poter passare un periodo di tranquillità con mio marito.
Comunque... :D non voglio rattristare nessuno, e vado avanti con il mio blog che mi aiuta parecchio... Grazie anche a voi..
Stasera ricetta.... Tagliolini del Pastificio Plin al pesto

INGREDIENTI:
(ora per me qui è un problema, perché mio papà da piccola mi ha insegnato a fare il pesto, con ingredienti ad occhio. :D Ebbene si, non posso darvi una precisa grammatura, spero capiate. E' una di quelle ricette che vengono tramandate ....)

- Basilico di Prà  ( per un buon pesto, il basilico deve avere le foglioline piccoline. Mi è capitato di fare anni fà, il pesto in Sicilia, e quando sono andata nell'orto di casa degli amici che mi ospitavano, sono rimasta colpita dall'altezza della piantina di basilico...più di 50 centimetri sicuramente. Più le foglie di basilico sono grosse, e più il pesto ne sà di menta)
- pinoli
- parmigiano
- sardo (qui bisogna fare attenzione perché se si eccede troppo con il sardo, il pesto prende un gusto forte)
- aglio (anche qui come il sardo, ... mio papà abbondava, era capace di mettere 2 o tre spicchi.. :D, non vi dico poi l'alito... :( :))
- olio extra vergine di oliva
- sale

Questi sono gli ingredienti originali, c'è chi poi aggiunge le noci o aggiunge anche un ricciolo di burro





Nella foto potete vedere il basilico, protagonista principale del pesto...
Và detto che come ogni tradizione bisognerebbe rispettare il tutto. Un buon pesto, andrebbe fatto in un bel mortaio di marmo, magari uno vecchio ... tipo quello della nonna...ma noi (io e Edo) per mancanza di tempo, indovinate un pò con cosa abbiamo fatto il pesto?


   
Con il nostro miglior "amico" in cucina.... :D
Non è un robot modernissimo, ce lo hanno regalato 7 anni fà quando ci siamo sposati, comunque funziona benissimo.



    
Abbiamo messo tutti gli ingredienti dentro al frullino, e abbiamo frullato per qualche minuto.
Se gli ingredienti non si amalgamano bene, si può aggiungere un filo di olio extra vergine di oliva.
Ecco qui il risultato:




Com'è? Vi sembra buono?... ma aspettate non è finita qui....

Vi ricordate quando vi ho parlato del Pastificio Plin?  ..la Pasta Giovane?  http://foodandbeautypassion.blogspot.it/2013/05/nuova-collaborazione-pastificio-plin.html

E' una pasta con grano Khorasan, avena, farro ed estratti di uva rossa e di oliva naturalmente ricchi in selenio e antiossidanti naturali attivi contro l'invecchiamento cellulare





Abbiamo fatto bollire l'acqua in una pentola, e poi abbiamo versato la pasta. Tempo di cottura 3 minuti.



Abbiamo scolato la pasta.Abbiamo impiattato e servito





Ed ecco il piatto, magari non tanto carino a vedersi, ma vi posso dire ottimo al gusto.
Ringrazio nuovamente Pastificio Plin per averci dato l'opportunita di conoscere questi due ottimi prodotti (ravioli e tagliolini).
Per ulteriori info potete cliccare sul logo a lato oppure http://www.pastificioplin.it







Commenti

  1. Adoro il pesto alla genovese e questo piatto è fantastico!!! Bellissimo il tuo blog, ti ho conosciuta tramite Kreattiva e mi sono segnata tra i follower, se ti va passa a vedere il mio.
    http://fantasyjewellery1.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Saranno davvero squisiti! Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ... Se ti capita prova la pasta...e' veramente buona...

      Elimina
  3. Ciao compliementi per il tuo blog è bellissimo mi sono iscritta come follower se ti va passa anche da me
    a presto ciao

    http://nailartpassopasso.blogspot.it/

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Privacy e cookies policy

I l Garante della Privacy ha recepito una Direttiva Europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia la politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione. Si aggiunge dal 25 Maggio 2018 il nuovo Regolamento Europeo in materia di Protezione dei Dati Personali ( GDPR ), approvato e adottato dal Parlamento europeo nell' aprile del 2016. Sostituisce la Direttiva 95/46/CE sulla protezione dei dati. L' obiettivo del GDPR è quello di raggiungere un livello elevato di protezione dei dati nell' ambito dell' UE e di proteggere tutti i cittadini dell' UE dalle violazioni alla privacy e ai dati. Cosa significa in pratica?  Ogni titolare di sito web/blog, deve Informare i suoi Utenti, in maniera Esplicita, su come vengono trattati i Dati Personali. In questa pagina sono descritte le modalita' con cui le informazioni personali vengon

Pitti Fragranze 2015: 38°N 16°E Italia di Richard Lüscher Britos

La fragranza di oggi è 38°N 16°E Italia di Richard Lüscher Britos                                                                                 I profumi Richard Lüscher Britos sono 100% naturali. 75% dei componenti sono biologici. I profumi sono inoltre privi di additivi sintetici 38°N 16°E: Italia - Bergamotto, Fiori d’arancio, Sandalo  • Quale leggenda si cela dietro al dolce profumo di questo frutto dorato?  • Da dove proviene il profumo mielato della primavera calabrese?  • Quali profumi provenienti da altre culture si incrociano armoniosamente con quelli delle tradizioni calabresi?  Jean-Claude Richard, il fondatore della ditta Farfalla, è l’artefice di questo profumo. Esperto in osmologia, si dedica da più di 30 anni alla creazione di profumi naturali. Accord I - The Golden Fruit Con il suo aroma fresco eppure dolcemente fruttato, l’olio di bergamotto – estratto dalle scorze dell’agrume giallo brillante – è una delle migliori essenze del mondo. I locali ci hanno raccontato ch

Olio di Baobab, una vera coccola per la pelle......Les Huileries du Sahel!

Oggi vi presento la mia nuova collaborazione con Les Huileries du Sahel , un prodotto nuovo, un olio per il corpo e per i capelli ottenuto dal Baobab . L'olio Baobab    è un potente antiossidante che previene le smagliature, migliora l'elasticità della pelle e promuove la rigenerazione dei tessuti. Il Baobab è l'albero nazionale del del Madagascar e del Nepal. USI DEL BAOBAB Le foglie sono usate come vegetale commestibile in tutte le aree di distribuzione del continente africano, compresi il  Malawi , lo  Zimbabwe  e il  Sahel . Sono mangiate sia fresche che sotto forma di polvere secca. In  Nigeria , le foglie sono localmente note come kuka, e sono usate per produrre la zuppa di kuka. La polpa secca del frutto, dopo la separazione tra i semi e le fibre, viene direttamente mangiata o mescolata nel  porridge  o nel  latte . I semi sono usati principalmente come addensante per le zuppe, ma possono anche essere  fermentati  in  condimenti ,  arrostiti  per un