Passa ai contenuti principali

Consigli e trucchi per una pizza al top!

La pizza tanto amata da noi italiani e non solo.... un'icona del cibo italiano copiata in tutto il mondo ma la la vera e unica pizza è la nostra....ma quali sono i migliori formaggi da utilizzare per una pizza golosa?
Iniziamo dalla base. Il fior di latte ha il vantaggio di filare in molto meno tempo però si rapprende molto in fretta.
La mozzarella di bufala si scioglie molto più lentamente ma mantiene la sua elasticità più a lungo.La mozzarella di bufala rilascia però molto più liquidi rispetto al fior di latte.
Per far si che i liquidi della mozzarella di bufala non vadano ad intaccare la pizza occorre tagliarla a pezzetti e riporla in frigorifero alcune ore, in tal modo perderà i liquidi in eccesso e acquisterà maggiore tenuta in cottura.


                                                                                   


                                                                                                      Foto di marcos vega da Pixabay



Per quanto riguarda i formaggi a pasta dura tipo parmigiano reggiano e alcuni tipi di pecorini vanno distribuiti sulla pizza in piccole scaglie o grattugiati nel momento in cui si toglie dal forno. Grazie al calore della pizza stessa il formaggio si scioglierà e libererà tutti i suoi aromi.
Per quanto riguarda invece i formaggi a pasta molle (tipo lo stracchino) e semi dura (tipo la feta) possono essere utilizzati sia in cottura che al momento di servire.

E quale è la teglia giusta per preparare la pizza?
Le migliori sono due: ferro blu e pietra refrattaria.
La teglia di ferro blu è una teglia di ferro in origine grigio scura che diventerà via via con l'utilizzo nera.
Prima di utilizzarla occorre passarla in forno caldo per rimuovere i residui dei liquidi protettivi utilizzati dopodiché si unge con olio di oliva e si passa con un panno o un foglio di carta da cucina per catturare le impurità rimaste. La teglia di ferro blu non va lavata assolutamente sotto l'acqua perché altrimenti arrugginisce. 
Sulla pietra refrattaria l'acqua si può utilizzare ma non il sapone. Non va fatta raffreddare sotto l'acqua in quanto la esporreste a rischio di rottura. Va fatta riscaldare gradualmente per far si che non si rovini...






Foto di petrovhey da Pixabay 


..... BUON APPETITO!!




Commenti

  1. Questi sì che sono ottimi consigli!! Io amo cucinare ma i risultati non sono sempre come vorrei. La prossima volta per la pizza seguirò i tuoi consigli con attenzione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie sei molto gentile per la fiducia che riponi in me

      Elimina
  2. Amo la pizza ma purtroppo non sono molto brava a realizzarla. Cercherò di fare tesoro dei tuoi tesori. Purtroppo essendo intollerante al lattosio spesso devo ricorrere alla mozzarella di bufala che, per quanto sia buona, in effetti è un po'troppo liquida. Per quanto riguarda la teglia non sapevo che le migliori fossero quella ferro blu e pietra refrattaria.
    Maria Domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma la mozzarella di bufala non contiene ugualmente lattosio ?

      Elimina
  3. Mi rendo conto di farla troppo poco spesso la pizza fatta in casa, magari domani che è sabato sera rimedierò, mi hai dato degli ottimi spunti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci vuole tempo per fare la pizza , anche io la faccio rarmente in cssa anche sedevo ire che quando la faccio è più buona di quella di certe pizzerie…...

      Elimina
  4. fra poco comincia il periodo delle pizze! :D in estate non ce la posso fare ad accendere il forno ma mi piace molto fare la pizza a casa, grazie per i consigli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io anche i estate non riesco a stare senza la pizza……. guai :D

      Elimina
  5. Raramente ho preparato la pizza in casa... Ma devo essere sincera: comprare una pietra refrattaria è uno dei miei piccoli sogni da cucina nascosti!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

CMP back to the city!

CMP propone zaini capienti, giacche antipioggia e l'iconico piumino per la stagione autunnale Il  Back to the city  firmato  CMP  è all'insegna della comodità e dello stile. Zaini, giacche antipioggia e piumini leggeri sono alcuni dei capi "essential" per affrontare gli spostamenti casa-lavoro o casa-scuola senza temere il tempo avverso o le temperature più rigide. ZAINI                                                                                                                        DJANGO 20L Django è lo zaino della linea Urban Lab pensato per la vita quotidiana, ideale per il lavoro e il tempo libero. Pratico e leggero è realizzato in materiale impermeabile ad effetto metalizzato. Ha capacità  di carico da 20L, è dotato di tasca interna porta pc per una migliore organizzazione dello spazio e si chiude facilmente grazie a un bottone a pressione e al velcro.                                                                              

Promopharma: review RE-COLLAGEN® ANTI-AGE DAILY LIFT

Oggi mi fermo con le collaborazioni per condividere con voi la recensione di un prodotto che ho ricevuto da Promopharma . Se vi siete perse la presentazione dell'azienda vi lascio il link qui . Il prodotto in questione è  fa parte della linea RE-COLLAGEN che è composta da due prodotti:  RE-COLLAGEN® ANTI-AGE DAILY LIFT,  RE-COLLAGEN® DAILY BEAUTY DRINK .                                                                                       RE-COLLAGEN® ANTI-AGE DAILY LIFT Ho provato la full size da 50 ml il cui prezzo sul sito è di 55   euro . Parto dalla parte estetica,un packaging curatissimo che attira sicuramente l'attenzione, molto curato e trasparente. Sulla confezione esterna sono riportate tutte le info principali del prodotto e l'inci completo. All'interno della scatola è inoltre presente un librettino con tutte le particolarità del prodotto. INCI AQUA (WATER), GLYCERIN, ETHYLHEXYL PALMITATE, CETEARYL ALCOHOL, SUCR

Intervista con Shardana beer brothers

Oggi condivido con voi la mia nuova collaborazione intervista con Shardana Beer Brothers , Birre eccellenti Made in Italy , anzi artigianali e soprattutto sarde!  Non sono birre "normali"  proprio per questo ho deciso di fare una piccola intervista....Un nome importante e tre etichette ancor di più.... ---------- Today I share with you my new collaboration interview with Shardana Beer Brothers, excellent Made in Italy beers, indeed crafted and especially Sardinian! They are not "normal" beers, that's why I decided to do a little interview .... An important name and three more labels ....                                                                                   1 Cosa vi ha portato verso il vasto e meraviglioso mondo della birra? Qual'è la vostra formazione birraria? Rispondere a questo, sarebbe davvero descrivere un innumerevole quantità di momenti di vita, ma li posso sintetizzare con alcuni concetti semplici: Pass