Passa ai contenuti principali

Torta di mele alla Edo e un piccolo consiglio

Oggi è la giornata della ricetta ma prima un piccolo consiglio o suggerimento se così lo posso chiamare.
Gli ultimi dati forniti dalla FAO ci dicono che lo spreco alimentare si aggira intorno a 1,3 miliardi di tonnellate di cibo ancora consumabile. Tante sono le iniziative tecnologiche per limitare i danni di questa catastrofe , una di queste è proprio l'ultimissima App Too Good To Go . Questa applicazione si avvale del sistema di geolocalizzazione e fa da tramite tra il consumatore e il negoziante. Grazie a questa App il negoziante evita di sprecare prodotti invenduti della giornata e crea una Magic Box . Magic Box perché il contenuto è misterioso a causa del fatto che non si può prevedere ciò che sarà invenduto a fine giornata. Naturalmente il prezzo di queste box è davvero bassa. Partecipano a questa iniziativa bar, ristoranti, supermercati, pasticcerie, pizzerie, forni. L'applicazione si può scaricare sia da Apple Store che da Google Play.
Ma ora arriviamo alla ricetta. la torta di mele di Edo.




                                                                                           



INGREDIENTI

  • 3 uova
  • 150 grammi di zucchero
  • 50 ml di latte
  • 60 grammi di burro
  • 300 grammi di farina 
  • una bustina di lievito
  • due mele renette


                                                                                        



Edo per questa ricetta ha utilizzo il lievito Pk Giordano.



                                                                             





PROCEDIMENTO
In una ciotola rompiamo 3 uova. Iniziamo a mescolare con lo sbattitore.Aggiungiamo 150 grammi di zucchero, 50 ml di latte, 60 grammi di burro che avrete fatto sciogliere in precedenza e fatto raffreddare. Aggiungete poco alla volta 300 grammi di farina, per far si che non si formino dei grumi setacciatela in precedenza. Aggiungiamo una bustina di lievito. Mescoliamo sempre tutto con lo sbattitore elettrico.
Prendiamo due mele renette. Sbucciamo una mela e metà tagliamola a pezzettini da aggiungere all'impasto. La restante mela la usiamo come decorazione, la tagliamo a fettine piuttosto sottili. Mescoliamo adesso con un cucchiaio di legno dal basso verso l'alto. Prepariamo una teglia da forno ben unta e infarinata. e versiamo l'impasto. Decoriamo la torta con le fettine di mele. Cospargiamo la superficie con un po di zucchero.  Dimenticavo.... nell'impasto a vostro piacimento potete aggiungerci della cannella. 
Cottura forno ventilato 45 minuti a 170°. Lasciamo raffreddare e mangiamo. 



                                                                                   

                                                                                 





Vi lascio il link dell'azienda per ulteriore info 




Commenti

  1. Che meraviglia di torta e utile l'applicazione per non sprecare il cibo, grazie delle info

    RispondiElimina
  2. mi piace molto come è lievitata questa torta, deve essere buonissima e sofficissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si assolutamente, poi è anchumida e non asciutta quindi non ingolfa assolutamente…….

      Elimina
  3. deve essere molto soffice questa torta! ne mangerei volentieri una fetta per colazione *___*

    RispondiElimina
  4. A vederla così sembra buonissima, l'aspetto è davvero invitante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si molto buona, merito anche del lievito che Edo ha utilizzato

      Elimina
  5. Ultimamente sono in vena di torte... Rubo la ricetta per questo weekend! ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fammi sapere, comunque è la classica di mele….la differenza la fa il lievito

      Elimina
  6. Che bontà, devo provare la tua ricetta, a me non riesce mai così bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non sono capace a fare dolci ….li prepara sempre Edo….

      Elimina
  7. È un Po che non faccio la torta di mele ...questa in foto è superlativa

    RispondiElimina
  8. Mi piace molto la Torta di Mele ma non l'ho mai preparata così! Seguirò sicuramente la tua ricetta!

    RispondiElimina
  9. Amo la torta di mele, proverò sicuramente la tua ricetta. Grazie per averla condivisa

    RispondiElimina
  10. La torta di mele è quella che preferisco in assoluto. E mentre leggevo la tua ricetta sentivo già il profumo venire dal mio forno... ;-)

    RispondiElimina
  11. La ricetta mi sembra molto facile, la torta di mele mi piace e quindi non posso che provare a farla. Grazie per la ricetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si la ricetta è semplice…..mi raccomando la scelta del lievito giusto :D

      Elimina
  12. Segno ricetta e provo a farlo, non conoscevo questo lievito.

    RispondiElimina
  13. Non conoscevo affatto l'applicazione, utilissima la utilizzerò senz'altro. Riguardo la ricetta, la mia ragazza fa delle torte di mele buonissime, ma non credo abbia mai provato il lievito Giordano. Gli dirò di testarlo così da vedere (e gustare) le differenze.

    RispondiElimina
  14. Grazie per i tuoi preziosi consigli, stavo appunto cercando dei prodotto da inserire in un cesto natalizio, per non mettere sempre le solite cose

    RispondiElimina
  15. Grazie per la meravigliosa torta e per le info, non conoscevo quest'iniziativa

    RispondiElimina
  16. Non avevo mai sentito parlare della Magic Box, un'idea interessante. La torta di mele immagino sia stata una delizia per il palato.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Privacy e cookies policy

I l Garante della Privacy ha recepito una Direttiva Europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia la politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione. Si aggiunge dal 25 Maggio 2018 il nuovo Regolamento Europeo in materia di Protezione dei Dati Personali ( GDPR ), approvato e adottato dal Parlamento europeo nell' aprile del 2016. Sostituisce la Direttiva 95/46/CE sulla protezione dei dati. L' obiettivo del GDPR è quello di raggiungere un livello elevato di protezione dei dati nell' ambito dell' UE e di proteggere tutti i cittadini dell' UE dalle violazioni alla privacy e ai dati. Cosa significa in pratica?  Ogni titolare di sito web/blog, deve Informare i suoi Utenti, in maniera Esplicita, su come vengono trattati i Dati Personali. In questa pagina sono descritte le modalita' con cui le informazioni personali vengon

Pitti Fragranze 2015: 38°N 16°E Italia di Richard Lüscher Britos

La fragranza di oggi è 38°N 16°E Italia di Richard Lüscher Britos                                                                                 I profumi Richard Lüscher Britos sono 100% naturali. 75% dei componenti sono biologici. I profumi sono inoltre privi di additivi sintetici 38°N 16°E: Italia - Bergamotto, Fiori d’arancio, Sandalo  • Quale leggenda si cela dietro al dolce profumo di questo frutto dorato?  • Da dove proviene il profumo mielato della primavera calabrese?  • Quali profumi provenienti da altre culture si incrociano armoniosamente con quelli delle tradizioni calabresi?  Jean-Claude Richard, il fondatore della ditta Farfalla, è l’artefice di questo profumo. Esperto in osmologia, si dedica da più di 30 anni alla creazione di profumi naturali. Accord I - The Golden Fruit Con il suo aroma fresco eppure dolcemente fruttato, l’olio di bergamotto – estratto dalle scorze dell’agrume giallo brillante – è una delle migliori essenze del mondo. I locali ci hanno raccontato ch

Olio di Baobab, una vera coccola per la pelle......Les Huileries du Sahel!

Oggi vi presento la mia nuova collaborazione con Les Huileries du Sahel , un prodotto nuovo, un olio per il corpo e per i capelli ottenuto dal Baobab . L'olio Baobab    è un potente antiossidante che previene le smagliature, migliora l'elasticità della pelle e promuove la rigenerazione dei tessuti. Il Baobab è l'albero nazionale del del Madagascar e del Nepal. USI DEL BAOBAB Le foglie sono usate come vegetale commestibile in tutte le aree di distribuzione del continente africano, compresi il  Malawi , lo  Zimbabwe  e il  Sahel . Sono mangiate sia fresche che sotto forma di polvere secca. In  Nigeria , le foglie sono localmente note come kuka, e sono usate per produrre la zuppa di kuka. La polpa secca del frutto, dopo la separazione tra i semi e le fibre, viene direttamente mangiata o mescolata nel  porridge  o nel  latte . I semi sono usati principalmente come addensante per le zuppe, ma possono anche essere  fermentati  in  condimenti ,  arrostiti  per un