Torta salata di cavolfiore al lardo

dicembre 10, 2019
Oggi, dopo un po di tempo che non lo faccio a causa del mio incidente domestico, condivido con voi una mia piccola ricetta..... Torta salata di cavolfiore al lardo.



                                                                                   



INGREDIENTI

  • 1 cavolfiore romanesco da 600 grammi
  • 1 disco di pasta brisè pronta
  • 100 grammi di lardo di Arnad
  • 4 uova
  • 40 grammi di parmigiano reggiano grattugiato
  • 40 grammi di pangrattato
  • 6 cucchiai di latte 
  • burro
  • sale e pepe
Come al solito tra gli ingredienti ho utilizzato un prodotto che ho ricevuto per la collaborazione: 
5 misti pepe dell'azienda I profumi del Madagascar,







PROCEDIMENTO

Lavate il cavolfiore romanesco, dividetelo in cimette , incidetele a croce alla base e cuocetele in acqua bollente salata per 10 minuti.
Scolatele e passatele sotto acqua fredda corrente.
Srotolate il disco di pasta brisée e adagiatelo nello stampo con la sua stessa carta da forno. 
Sbattete le 4 uova con sale, pepe, il latte, il parmigiano reggiano.
Distribuite le cimette di cavolfiore e le fettine di lardo nello stampo, quindi unite il composto di uova preparato. 
Spolverizzate la preparazione con il pangrattato, Mettete lo stampo in forno a 180° per 40 minuti circa e servite la torta calda o tiepida.
Il lardo di Arnad è prodotto nell'omonima cittadina in Val D'Aosta, con il grasso sottocutaneo del suino, salato, aromatizzato con erbe alpine e spezie e fatto maturare per tre mesi al fresco.









A questa torta ho abbinato un vino bianco dell'azienda Sancarraro viniMARE MAGNO VIOGNIER IGT SICILIA.


VITIGNO: Viognier 100% DENOMINAZIONE: Terre Siciliane IGP VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO: l’uva, dopo la raccolta fatta a mano, viene velocemente portata in cantina, delicatamente pressata ad un BAR di pressione massima, e immediatamente refrigerata a 16°C. Il mosto di alta qualità così ottenuto viene preparato alla fermentazione con i lieviti selezionati ad una temperatura di 16°-18°C per 15-18 giorni. Successivamente il vino viene affinato in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata. NOTE DI DEGUSTAZIONE: aromatico, intenso, dall’inconfondibile e predominante personalità. Al naso risulta fine ed elegante, con sentori di pesca bianca e frutti tropicali. In bocca mostra tutta la sua eleganza e persistenza. ABBINAMENTI: E’ perfetto in abbinamento con verdure grigliate e ricche fritture di pesce. TEMPERATURA DI SERVIZIO: 8°/10°C ALCOL: 12% VOL | RS: 4 G/L | PH: 3,4 (tratto dal sito)

                                                                                 








Vi lascio tutti i link per info e contatti delle due aziende 




16 commenti:

  1. un'idea davvero interessante e golosissima visto che noi amiamo il cavolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, tra l’altro è anche abbastanza veloce da preparare…..

      Elimina
  2. davvero golosissima questa quiche non avevo pensato a questo ripieno di stagione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono tantissimi i ripieni per le torte salate….. questo è uno dei più semplici…..

      Elimina
  3. molto buona e saporita questa torta salata, resa ancora più interessante dalle spezie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il miz di pepi ha un profumo molto delicato…… sono spezie di eccellente qualità….

      Elimina
  4. una ricetta molto invitante abbinata a un vino eccellente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti invito a cisitare il sito per visionare gli altri vini… tutti davvero molto buoni

      Elimina
  5. una ricetta diversa dal solito mai provata e mai assaggiato un piatto così ti ringrazio

    RispondiElimina
  6. Consiglierò questa ricetta a degli amci che apprezzano questi ingredienti!

    RispondiElimina
  7. Mai pensato a fare una ricetta così deliziosa, che idea buona da copiare

    RispondiElimina
  8. Chissà che profumino delizioso avrà questa torta salata e sicuramente di ottimo gusto! Molto buono il vino che hai abbinato!

    RispondiElimina
  9. Adoro le torte salate, proverò la tua ricetta. Anche il vino sembra ottimo.

    RispondiElimina

Powered by Blogger.