Bollinger R.D. 2008: Audace e Splendido

Una vecchia annata, sboccata poco prima di essere commercializzata, con un dosaggio molto basso: la cuvée R.D. è l'incarnazione dell'audacia di Madame Bollinger. Un vino sempre in anticipo sui tempi.
R.D. 2008
è un vino magnifico e complesso, di incomparabile splendore.

Bollinger R.D. 2008 ci trasporta fuori dal tempo e ci fa scoprire un vino vivace e di grande complessità, che trova nella freschezza e nella generosità delle nocciole l'ingrediente perfetto, che fa da eco al suo splendore. 
In onore del suo approccio innovativo, la Maison ha deciso di abbinare le nocciole piemontesi, coltivate da Emanuele Canaparo nel suo eccezionale terroir nelle Langhe, con l’annata 2008. Emanuele condivide con Bollinger valori quali la cultura dell'eccellenza, il rispetto e la valorizzazione del terroir e la trasmissione di un know-how e di una passione familiare.

 

 

 

 

                                                                                         

 






 L’annata 2008: sinonimo di una vecchia annata eccezionale
Il 2008 è stato un anno con insolite condizioni climatiche: sebbene le fresche temperature primaverili si siano protratte fino all'estate, il sole è tornato in tempo per il raccolto.
L'eterogeneità della vendemmia è stata la caratteristica principale dell'annata 2008: la regione della Champagne ha dovuto fare i conti con una notevole disparità tra varietà di uve, crus, località e parcelle Il tempo ideale si è poi instaurato, permettendo a Bollinger di iniziare la vendemmia il 15 settembre con un grado ottimale di 9,8 e un'acidità totale di 8,5g/l.
Nonostante questi rischi climatici, Bollinger, grazie al suo know-how, è riuscito a preservarei suoi vigneti: il 2008 è stato un anno eccezionale, caratterizzato da un'abbondanza di PinotNero e da magnifiche uve prive di botrite.
I vini hanno sviluppato aromi importanti, con Chardonnay vivaci, potenti e Pinot Nero dicarattere con una struttura equilibrata.

 L'attesa dell'invecchiamento unita all'immediatezza del dégorgement:l'armonioso contrasto tra i diversi tempi dell'annata R.D. 2008

 Il tempo, uno dei 5 pilastri di Maison Bollinger. Il tempo della pazienza, dell'attesa, il tempo dilatato. Il tempo che le grandi annaterichiedono. Il tempo che permette al vino disviluppare i suoi aromi a contatto con le fecce.
Il tempo di un momento - la sboccatura - il cui perfetto controllo è la chiave di volta della cuvée R.D. Il momento della degustazione, chesuggerisce due possibili esperienze. Una è quelladi scoprire Bollinger R.D. nell'anno successivo alla sboccatura. Il vino rivela allora un aroma particolare, con complesse note di frutta. L'altra è lasciare Bollinger R.D. in cantina per diversi anni. In questo modo rivelerà la profondità di
aromi delle annate più grandi.
Determinare con precisione il momento incui la sboccatura deve interrompere il tempodi riposo per offrire al consumatore unapiena espressione degli aromi e allo stesso tempo una notevole freschezza: questo è il
know-how della Maison, che mantienel'eccellenza di questa cuvée senza tempo, lacuvée iconica di Champagne Bollinger.

 R.D. 2008: Audace & Splendido
Bollinger R.D. incarna l'audacia di Madame Bollinger.
Dalla sua nascita nel 1967, ogni annata di R.D. porta il marchio di questo spirito innovativo. Ogni annata è un'espressione unica della Maison, che offre un'esperienza di degustazione fatta di una freschezza e un'intensità senza precedenti.
Oggi, Bollinger R.D. 2008 ci trasporta fuori daltempo e ci fa scoprire un vino vivace e di grande complessità, che trova nella freschezza e nella generosità delle nocciole l'ingrediente perfetto, che fa da eco al suo splendore.

 • Splendore alla vista con il suo colore dorato.
• Splendore al naso con i suoi aromi di marzapane e note di albicocca cotta, miele epangrattato, che si sposano perfettamente conle note fresche di bergamotto e lime.
• Splendore al palato con la sua ricca e precisa effervescenza. Le note di miele d'acacia e nocciola conferiscono una punta di arachidi nascoste. Il suo finale salino, unito alla nocciola fresca, gli conferisce una lunghezza persistente in bocca e un potente sapore di eternità.
 

71% Pinot Nero e 29% Chardonnay 18 Grand e Premier Cru, prevalentemente da Ay,Verzenay, Le Mesnil-sur-Oger e Cramant Dosaggio: basso, 3 grammi per litro..

 La rarità a servizio della qualità indiscutibile

Bollinger R.D. combina due eventi rari: l'audace scelta di effettuare unasboccatura tardiva e la perfetta maestrianel processo di invecchiamento.

  • È raro che un'annata venga scelta per essere trasformata in R.D.
  • È raro che si trovi solo una bottiglia di R.D. disponibile per l'acquisto: ogni annata vieneprodotta in un numero limitato di bottiglie, che vengono remuage e dégorgément amano. Sono una testimonianza del savoir-faire che la Maison si tramanda di generazione in generazione. 

Ogni annata di R.D. ha una sua espressione unica. 

"La missione di Madame Bollinger è sempre stata quella di preservare il gusto e la qualità eccezionale dei suoi vini, frutto di un know-how consolidato e di un'innovazione continua. La Cuvée R.D. è l'incarnazione fedele a questa visione, la Maison offre in ogni annata una nuova esperienza di degustazione agli amanti dei grandi vini.
Il contrasto tra la freschezza in bocca e la generosità della nocciola permette a BollingerR.D. 2008 di esprimere pienamente i suoi aromi e di rivelare tutto il suo splendore. "
Charles-Armand de Belenet,
Managing Director of Champagne Bollinger.

 Bollinger R.D. 2008 e le nocciole: un’accoppiata perfetta
Quando R.D. è stato creato, Madame Bollinger ha raccomandato che i sommelier abbinassero il vino con il cibo. In onore del suo approccio innovativo, la Maison ha deciso di abbinare le nocciole piemontesi, coltivate da Emanuele Canaparo nel suo eccezionale terroir nelle Langhe, con l’annata 2008. Emanuele condivide con Bollinger valori quali la cultura dell'eccellenza, il rispetto e la valorizzazione del terroir e la trasmissione di un know-how e di una passione familiare. Un incontro di successo tra Champagne Bollinger ed Emanuele Canaparo.
Le Nocciole delle Langhe e R.D. 2008:
- Una nocciola riconosciuta per il suo sapore e la sua struttura;
- Un prodotto straordinario, protetto da denominazione I.G.P, proveniente da un terroir
eccezionale;
- Una degustazione che offre un'ampia gamma di aromi. Rotondo e generoso, la sua croccantezza lascia in bocca un gusto intenso e persistente. Un sapore incomparabile.
Lo splendore che sprigiona, grazie al perfetto equilibrio tra la sua freschezza in bocca e la sua
persistenza, risuona come un potente sapore di eternità.
La Maison ha fatto la scelta coraggiosa di collaborare con lo chef italiano due stelle Gian Piero Vivalda per svelare questa combinazione di Bollinger R.D. 2008 e nocciole del Piemonte.
Questo piemontese, appassionato come lo era suo nonno, lavora nel suo ristorante Antica Corona Reale, una cucina autentica e creativa. Oggi si esprime per Bollinger attraverso una creazione esclusiva a base di nocciole, che valorizza questa nuova annata.

 

 

 Daniela Sala
Ufficio Stampa Gruppo Meregalli
via A.Visconti, 43 - 20900 Monza
Tel. 039 23019800


 

Commenti

Post popolari in questo blog

Tagliatelle al carpaccio di tartufo (Acqualagna Tartufi)

Mine Perfume Lab fragranze artigianali

Body Art Cosmetics bellezza e benessere del Mar Morto