Passa ai contenuti principali

Fjällräven presenta SAMLAREN: nuova vita alle eccedenze di tessuto

Fjällräven è orgogliosa di presentare Samlaren, un’interessante iniziativa che dona nuova vita alle eccedenze di materiale attraverso l’utilizzo di tessuti avanzati. Samlaren si compone di prodotti unici che verranno lanciati in piccole collezioni esclusive e limitate, ricorrenti nel tempo.


                                                                                            




Fjällräven presenta Samlaren, che in svedese significa “il raccoglitore”. Un concetto nuovo e radicato nell’impegno di Fjällräven verso la qualità e la tradizione contro lo spreco di risorse. L’idea che sta dietro al concetto di Samlaren è quella di creare un’iniziativa che premi la sostenibilità e l’innovazione, con l’intento di esplorare la circolarità e gettare le basi per un futuro migliore e più sostenibile.

Tutti i prodotti contrassegnati dall’etichetta Samlaren sono stati creati usando eccedenze di tessuto provenienti dagli stabilimenti Fjällräven, sapientemente abbinati in edizioni limitate con design esclusivi e allegri accostamenti cromatici. Tutti i pezzi offrono lo stesso elevato livello di praticità, durata e affidabilità che ci si aspetta da qualsiasi prodotto Fjällräven, ma con materiali di recupero e un design di grande impatto.



Il primo lancio di prodotto Samlaren consiste in una collezione di classici reinventati e realizzati con eccedenze di tessuto G-1000, tra cui la Greenland Jacket in patchwork colour-block, il leggendario zaino Kånken e una versione rivisitata della borsa Totepack e del berretto.

La collezione Samlaren sarà disponibile dal 1 marzo 2021 in punti vendita selezionati e online sul sito www.fjallraven.com.

"Gli scarti di qualcuno sono il tesoro di qualcun altro"

Henrik Andersson, Global Creative Director di Fjällräven, è il responsabile del design di Samlaren. Osserva: "L’idea è quella di trasformare un problema in un’opportunità e dare nuova vita alle eccedenze di materiali. Mi piace il detto ‘gli scarti di qualcuno sono il tesoro di qualcun altro' e con Samlaren stiamo trasformando i nostri 'rifiuti' in prodotti preziosi".

Christiane Dolva Törnberg, Responsabile Sostenibilità in Fjällräven, aggiunge: "Con Samlaren il nostro obiettivo è trovare un nuovo utilizzo per le eccedenze di materiale, riducendo al minimo gli sprechi. Se consideriamo la sostenibilità come un concetto integrante ed essenziale, ci apriamo a idee nuove e innovative". Per saperne di più sull’idea e il concetto alla base di Samlaren, leggi qui le interviste complete a Christiane e Henrik.




Fjällräven: una storia di innovazione circolare

La sostenibilità e l’innovazione sono sempre state il cuore di Fjällräven. Nel 1964 il fondatore Åke Nordin mise da parte un rotolo di tessuto che non fu ritenuto appropriato per lo sviluppo della rivoluzionaria tenda Thermo Tent. Pochi anni dopo, quello stesso materiale venne usato per produrre la prima, leggendaria Greenland Jacket. Nella primavera 2021 Fjällräven compirà un ulteriore passo di questo percorso attraverso il lancio di Samlaren, una nuova iniziativa sostenibile, radicata nella tradizione e nello spirito di innovazione di Fjällräven.


                                                                                                            







Fjällräven - www.fjallraven.com
Nel 1960, Ake Nordin fonda Fjällräven nello scantinato di casa a Örnsköldsvik, nel nord della Svezia. Oggi i capi outdoor dell’azienda - intramontabili, funzionali e robusti - sono apprezzati in tutto il mondo e distribuiti in oltre settanta Paesi. La gamma di prodotti Fjällräven propone capi di abbigliamento e accessori outdoor per uomo e donna, zaini, tende e sacchi a pelo. Per Fjällräven è prioritario agire responsabilmente nei confronti delle persone, degli animali e della natura, incoraggiare e sostenere l’interesse per le attività all’aria aperta. L’azienda è promotrice di due famosi eventi outdoor, Fjällräven Classic e Fjällräven Polar, che ogni anno attirano migliaia di partecipanti.


Ufficio Stampa Fjällräven Italia
Elena Di Giusto - elena.digiusto@bluwom.com - tel. +39 340 4285848





Commenti

  1. Credo fortemente nella circular economy
    Davvero un ottimo progetto

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo questo brand, il fatto che i loro capi oltre ad essere belli siano anche ecosostenibili gli da una marcia in più.

    RispondiElimina
  3. L'idea e la filosofia alla base di
    Fjällräven sono straordinarie proprio perché semplici pur nella loro modernità.
    Ne sono molto colpita.
    Maria Domenica

    RispondiElimina
  4. Se ho ben capito, dai tessuti avanzati che sono rimasti inutilizzati, creano dei nuovi articoli, giacche o zaini. E' una grande idea, geniale direi.

    RispondiElimina
  5. Un progetto ecosostenibile che mi piace molto! Come dare nuova vita e design estetico ai tessuti.

    RispondiElimina
  6. Wow che bella scoperta! Dev essere proprio fantastico! Mi piace!

    RispondiElimina
  7. Mi attirano molto i loro zaini, mi sembrano veramente capienti e con tante tasche quindi pratici da usare. Il fatto che siano anche ecologici (come tutti i prodotti di questa linea) li rende ancora più interessanti.

    RispondiElimina
  8. Una bellissima idea per evitare gli sprechi ed al tempo stesso creare dei prodotti di qualità e ricercatezza nelle linee.

    RispondiElimina
  9. La trovo davvero un'ottima idea dare nuova vita ai tessuti in avanzo per evitare inutili sprechi ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Privacy e cookies policy

I l Garante della Privacy ha recepito una Direttiva Europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia la politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione. Si aggiunge dal 25 Maggio 2018 il nuovo Regolamento Europeo in materia di Protezione dei Dati Personali ( GDPR ), approvato e adottato dal Parlamento europeo nell' aprile del 2016. Sostituisce la Direttiva 95/46/CE sulla protezione dei dati. L' obiettivo del GDPR è quello di raggiungere un livello elevato di protezione dei dati nell' ambito dell' UE e di proteggere tutti i cittadini dell' UE dalle violazioni alla privacy e ai dati. Cosa significa in pratica?  Ogni titolare di sito web/blog, deve Informare i suoi Utenti, in maniera Esplicita, su come vengono trattati i Dati Personali. In questa pagina sono descritte le modalita' con cui le informazioni personali vengon

Pitti Fragranze 2015: 38°N 16°E Italia di Richard Lüscher Britos

La fragranza di oggi è 38°N 16°E Italia di Richard Lüscher Britos                                                                                 I profumi Richard Lüscher Britos sono 100% naturali. 75% dei componenti sono biologici. I profumi sono inoltre privi di additivi sintetici 38°N 16°E: Italia - Bergamotto, Fiori d’arancio, Sandalo  • Quale leggenda si cela dietro al dolce profumo di questo frutto dorato?  • Da dove proviene il profumo mielato della primavera calabrese?  • Quali profumi provenienti da altre culture si incrociano armoniosamente con quelli delle tradizioni calabresi?  Jean-Claude Richard, il fondatore della ditta Farfalla, è l’artefice di questo profumo. Esperto in osmologia, si dedica da più di 30 anni alla creazione di profumi naturali. Accord I - The Golden Fruit Con il suo aroma fresco eppure dolcemente fruttato, l’olio di bergamotto – estratto dalle scorze dell’agrume giallo brillante – è una delle migliori essenze del mondo. I locali ci hanno raccontato ch

Olio di Baobab, una vera coccola per la pelle......Les Huileries du Sahel!

Oggi vi presento la mia nuova collaborazione con Les Huileries du Sahel , un prodotto nuovo, un olio per il corpo e per i capelli ottenuto dal Baobab . L'olio Baobab    è un potente antiossidante che previene le smagliature, migliora l'elasticità della pelle e promuove la rigenerazione dei tessuti. Il Baobab è l'albero nazionale del del Madagascar e del Nepal. USI DEL BAOBAB Le foglie sono usate come vegetale commestibile in tutte le aree di distribuzione del continente africano, compresi il  Malawi , lo  Zimbabwe  e il  Sahel . Sono mangiate sia fresche che sotto forma di polvere secca. In  Nigeria , le foglie sono localmente note come kuka, e sono usate per produrre la zuppa di kuka. La polpa secca del frutto, dopo la separazione tra i semi e le fibre, viene direttamente mangiata o mescolata nel  porridge  o nel  latte . I semi sono usati principalmente come addensante per le zuppe, ma possono anche essere  fermentati  in  condimenti ,  arrostiti  per un