Alcune curiosità sulla mozzarella!

luglio 09, 2019
Oggi condivido con voi alcune informazioni e curiosità su un formaggio che soprattutto in questa stagione consumiamo tantissimo….. la mozzarella….
La storia di questo amato formaggio nasce nel 1570 con il cuoco di corte papale Bartolomeo Scappi.
La prima mozzarella è stata di bufala e subito dopo quella di latte vaccino.



                                                                               




COME SI FA LA MOZZARELLA
Per fare la mozzarella si mettono nel latte il caglio e i fermenti lattici per ottenere la cagliata, che va cotta e lasciata riposare per 3-4 ore. Poi si elimina il siero e si impasta in acqua bollente per ottenere una pasta elastica e filante. Che viene poi lavorata, stirata e tagliata. Infine viene raffreddata e confezionata in soluzione salina. 








COME SCEGLIERE LA MOZZARELLA
La mozzarella dovrebbe contenere solo latte, caglio, sale e fermenti lattici.
Solitamente sull’etichetta della mozzarella viene indicato solamente il luogo di trasformazione e non quello di mungitura.
Assaporare la mozzarella è il modo principale per valutarne la qualità.
Le mozzarelle prodotte con cagliate ptonte  hanno pochissimo sapore. Il sapore deve ricordare il latte e lo yogurt, la mozzarella deve avere un sapore leggermente acidulo. Non deve essere amarognola ne eccessivamente salata. 
Il colore della mozzarella dipende dal tipo di latte con la quale è prodotta e dal modo in cui sono alimentati gli animali.
In Italia è vietato utilizzare i coloranti mentre negli altri paesi dell’Europa no. 
La superficie della mozzarella deve essere uniforme e non si deve screpolare se ci passate sopra il dito. Se la la mozzarella si screpolasse vuol dire che non è fresca.
La consistenza della mozzarella deve essere compatta ed elastica…. non troppo dura ne troppo molle.









VARIE TIPOLOGIE DI MOZZARELLA
  • di bufala: ha un profumo muschiato, un gusto di yogurt e panna, una consistenza compatta ed elastica.
  • vaccina: si può chiamare anche fiordilatte.
  • caprina: ha un sapore più deciso di quella vaccina. Mrno diffusa e più digeribile.
  • senza lattosio: indicata per chi soffre di allergie o intolleranza al lattosio.
  • light: contiene meno grassi grazie all’utilizzo di latte parzialmente scremato, invece che intero.
  • biologica: è prodotta con latte di mucche allevate secondo il regolamento europeo e italiano, libere di pascolare  e alimentate e curate con sostanze naturali.
  • per pizza: è più asciutta e filante. E’ Mozzarella solo se trovate questo termine in etichetta.
COME CONSERVARE LA MOZZARELLA
La mozzarella va conservata in frigorifero nel suo liquido o se accidentalmente versato, un litro di acqua e due cucchiai di sale.


Qui trovate altre informazioni .









24 commenti:

  1. Buonissima, quella caprina mi manca cercherò al più presto di assaggiarla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io sono curiosa di provrla, la ricotta è molo buona…...

      Elimina
  2. è uno di quei cibi che si adatta ad innumerevoli preparazioni sia estive che invernali la più buona? la burrata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la burrata però è grassa è un concentrato di calorie…….

      Elimina
  3. Da dove vengo io, non esistono le etichette perché si acquista fresca in caseificio e non si conserva in frigo. Dove abito invece, devo acquistarla al supermercato e le tue indicazioni servono eccome.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono due prodotti diversi, la prima deve essere davvero molto buona…...

      Elimina
  4. Io amo la mozzarella, sopratutto quella di bufala! Le vorrei provare tutte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quella di bufala è molto buona sulla piazza :D

      Elimina
  5. Mi hai fatto gola con la mozzarella e la sua storia oggi vado a comprarla!

    RispondiElimina
  6. È un alimento perfetto per l'estate e le sue calde giornate

    RispondiElimina
  7. interessante questo articolo e quente curiosità che non sapevo sulla mozzarella! :D

    RispondiElimina
  8. io sono campana e qui se non è di bufala non la mangiamo, la prendiamo in caseificio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che meraviglia, anche io nel weekend vado presso dei xaseifici ad acquistare il formaggio…… tutta un’altra cosa….

      Elimina
  9. davvero molto curioso il tuo articolo, non conoscevo tutte queste cose sulla mozzarella, grazie per le info

    RispondiElimina
  10. Ne consumo tanta sia d'estate che d'inverno, amo tanto questo latticino in tutte le sue varietà ed è un ottimo aiuto in tante mie pietanze. Grazie per le tue informazioni 😊

    RispondiElimina
  11. Almeno 1 volta a settimana la mozzarella è presente in casa mia, non sapevo come la producessero, grazie info

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche da me la mozzarella non manca mai, grazie per la visita….

      Elimina
  12. la mozzarella qui è di casa, ne mangiamo almeno una volta a settimana, alcune curiosità non le conoscevo

    RispondiElimina
  13. noi purtroppo siamo intolleranti al lattosio e quindi la devo evitare quanto più possibile ma una volta ne mangiamo per tutta l'estata con pomodorini freschi e basilico

    RispondiElimina

Powered by Blogger.