Passa ai contenuti principali

La giusta dose di cacao....

Un tempo erano tre le tipologie di cioccolato: fondente, al latte e bianco.
Negli anni c'è stata una evoluzione e adesso si trovano in commercio diverse tipologie di barrette di cioccolato con percentuali diverse di cacao.


                                                                                 

                                                                                              Foto di Justyna Kunkel da Pixabay


Non sempre più cacao è la scelta migliore in ogni occasione.
Ecco qui le varie tipologie:
100%-99% sono le tavolette di cacao pregiato il cui unico scopo è la degustazione pura. Un cacao così puro in cucina non solo è sprecato ma anche controproducente in quanto troppo amaro.
90% La differenza con il precedente è veramente poca.... una punta di zucchero e di vaniglia rende il sapore più domestico. Solitamente questo cioccolato viene utilizzato per la preparazione dei tortini dal cuore morbido.
85% qui vengono aggiunti altri ingredienti. Oltre alla pasta di cacao si ha burro, cacao magro, zucchero e vaniglia. In cucina viene principalmente utilizzato per la realizzazione di ganache dal sapore deciso.
70% Questo prodotto è apprezzato dalla gran maggioranza e viene utilizzato per ganache, e coperture varie.
55% La bassa percentuale non indica qualità inferiore, inferiore è solo la dose di cacao.


                                                                                 


Foto di myfriendkarla da Pixabay

E già che parliamo di cioccolato vi lascio una ricetta per la realizzazione del liquore al cioccolato.

INGREDIENTI
250 grammi di latte
150 grammi di zucchero
40 grammi di cacao 
50 ml di alcol a 90-95°

PROCEDIMENTO

Sciogliete lo zucchero nel latte a fuco dolce senza farlo bollire . Togliete dal fuoco e aggiungete il cacao setacciato. Mescolate velocemente con la frusta. Fate raffreddare e aggiungete l'alcool. Mescolate bene per miscelare tutti gli ingredienti.
Mettere il liquore in una bottiglia di vetro ben pulita e  chiudetela bene.
La bottiglia va conservata in frigorifero una settimana prima di essere servita.
Questo liquore si può utilizzare anche per rendere goloso il caffè , per guarnire il gelato o come bagna per una torta.








Commenti

  1. Io preferisco quello all'85%. Bella ricetta!

    RispondiElimina
  2. Un arte sicuramente! Saper scegliere i chicchi, lavorarli e trasformarli. Sembra facile ma, come tutte le cose, farle bene non è semplice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. assolutamente vero, condivido in pieno ciò che hai detto

      Elimina
  3. si sicuramente un arte culinaria...io uso prinicipalmente fondente ad alta percentuale

    RispondiElimina
  4. È sempre bene sapere alcune informazioni.... mi gusta molto quel liquore sembra buono

    RispondiElimina
  5. Il mio preferito è sicuramente il cioccolato al latte, quello più “gudurioso” anche se il fondente 70% non mi dispiace!
    Interessante il liquore al cioccolato, ne ho provato uno che si trova in commercio ma mi piacerebbe provare a realizzarlo io!
    Grazie per il procedimento e magari ci provo!

    RispondiElimina
  6. Purtroppo sono allergica al cacao e per me è una grandissimi privazione ma preparo con piacere per gli altri ricette a base di questo goloso ingrediente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io in teoria non potrei maniarlo il cioccolato per la mia allergia al nickel ma ogni tanto faccio uno strappo

      Elimina
  7. Il mio preferito è il fondente anche perché fa meno male e non ha latte (fondente vero)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh certo occorre sempre fare attenzione quando si acquista il cioccolato

      Elimina
  8. Dev'essere buonissimo questo liquore al cioccolato! Prendo nota della ricetta e provero' a farlo anche io!

    RispondiElimina
  9. Premesso che adoro da sempre il cioccolato, per me è quasi una droga, questa ricetta è molto simile a quella della mia nonna che faceva un liquore buonissimo.

    RispondiElimina
  10. Io amo il cioccolato, qualsiasi sia la percentuale di cacao contenuta 😍

    RispondiElimina
  11. Amo il cioccolato anche se il migliore è quello nero con alta percentuale, preferisco quello al latte

    RispondiElimina
  12. Il liquore al cioccolato è buonissimo. Sono andata a Perugia e alla Perugina ed è veramente affascinante vedere una fabbrica di cioccolato durante la produzione, è stato come essere nel film "La fabbrica di Cioccolato" Quello con i nanetti!!!
    A 100% cacao, però non l'ho mai assaggiato. Ho provato la "Torta Pistocchi" che, se ami il cioccolato, te la consiglio... è solo acqua e cioccolato e pochissimi altri ingredienti.
    https://www.stregar.com/2018/11/la-tortapistocchi-e-altre-prelibatezze.html

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Privacy e cookies policy

I l Garante della Privacy ha recepito una Direttiva Europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia la politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione. Si aggiunge dal 25 Maggio 2018 il nuovo Regolamento Europeo in materia di Protezione dei Dati Personali ( GDPR ), approvato e adottato dal Parlamento europeo nell' aprile del 2016. Sostituisce la Direttiva 95/46/CE sulla protezione dei dati. L' obiettivo del GDPR è quello di raggiungere un livello elevato di protezione dei dati nell' ambito dell' UE e di proteggere tutti i cittadini dell' UE dalle violazioni alla privacy e ai dati. Cosa significa in pratica?  Ogni titolare di sito web/blog, deve Informare i suoi Utenti, in maniera Esplicita, su come vengono trattati i Dati Personali. In questa pagina sono descritte le modalita' con cui le informazioni personali vengon

Pitti Fragranze 2015: 38°N 16°E Italia di Richard Lüscher Britos

La fragranza di oggi è 38°N 16°E Italia di Richard Lüscher Britos                                                                                 I profumi Richard Lüscher Britos sono 100% naturali. 75% dei componenti sono biologici. I profumi sono inoltre privi di additivi sintetici 38°N 16°E: Italia - Bergamotto, Fiori d’arancio, Sandalo  • Quale leggenda si cela dietro al dolce profumo di questo frutto dorato?  • Da dove proviene il profumo mielato della primavera calabrese?  • Quali profumi provenienti da altre culture si incrociano armoniosamente con quelli delle tradizioni calabresi?  Jean-Claude Richard, il fondatore della ditta Farfalla, è l’artefice di questo profumo. Esperto in osmologia, si dedica da più di 30 anni alla creazione di profumi naturali. Accord I - The Golden Fruit Con il suo aroma fresco eppure dolcemente fruttato, l’olio di bergamotto – estratto dalle scorze dell’agrume giallo brillante – è una delle migliori essenze del mondo. I locali ci hanno raccontato ch

Olio di Baobab, una vera coccola per la pelle......Les Huileries du Sahel!

Oggi vi presento la mia nuova collaborazione con Les Huileries du Sahel , un prodotto nuovo, un olio per il corpo e per i capelli ottenuto dal Baobab . L'olio Baobab    è un potente antiossidante che previene le smagliature, migliora l'elasticità della pelle e promuove la rigenerazione dei tessuti. Il Baobab è l'albero nazionale del del Madagascar e del Nepal. USI DEL BAOBAB Le foglie sono usate come vegetale commestibile in tutte le aree di distribuzione del continente africano, compresi il  Malawi , lo  Zimbabwe  e il  Sahel . Sono mangiate sia fresche che sotto forma di polvere secca. In  Nigeria , le foglie sono localmente note come kuka, e sono usate per produrre la zuppa di kuka. La polpa secca del frutto, dopo la separazione tra i semi e le fibre, viene direttamente mangiata o mescolata nel  porridge  o nel  latte . I semi sono usati principalmente come addensante per le zuppe, ma possono anche essere  fermentati  in  condimenti ,  arrostiti  per un