Fjällräven Polar 2019: per la prima volta anche un italiano

marzo 28, 2019

Ritorna Fjällräven Polar, il celebre evento outdoor invernale che ogni anno, nel mese di aprile, chiama a raccolta 20 persone comuni provenienti da tutto il mondo per vivere un’esperienza unica: percorrere 300 km a bordo di una slitta trainata da cani, alla scoperta della natura più selvaggia e incontaminata del Circolo Polare Artico. A promuoverlo ed organizzarlo, già dal 1997, Fjällräven: storica azienda svedese produttrice di abbigliamento e attrezzatura outdoor, nota non solo grazie ai suoi prodotti iconici e funzionali (tra tutti l’inconfondibile zainetto Kånken) ma anche grazie alla sua attenta politica di rispetto e sensibilizzazione nei confronti dell’ambiente.

In partenza il prossimo 8 aprile, l’edizione 2019 di Fjällräven Polar vedrà, per la prima volta nella storia del concorso, un italiano: si chiama Lorenzo Bertolotto, ha 29 anni ed è originario di Torino.


Dopo la laurea in architettura presso la Cooper Union di New York e un’esperienza da vero cowboy in un ranch del Montana, Lorenzo si è trasferito a Rotterdam, dove attualmente lavora per uno studio di architettura paesaggistica e urbanistica. La sua video-candidatura ha sbaragliato gli oltre 2.180 aspiranti partecipanti, conquistando la Giuria del concorso che lo ha scelto per prendere parte alla spedizione.

Il 5 aprile Lorenzo raggiungerà a Sigtuna (Svezia) gli altri fortunati avventurieri per una prima fase di preparazione. Da lì, il gruppo si sposterà a Signaldalen (Norvegia), da dove prenderà il via la spedizione. Meta: Väkkäräjärvi (Svezia). Durante il viaggio Lorenzo sarà chiamato a guidare la sua slitta, prendersi cura dei cani, farsi da mangiare ed allestire il proprio accampamento, supportato dai preziosi consigli di un team di esperti ed equipaggiato con l’attrezzatura Fjällräven.  “Sono molto emozionato all’idea di partire e di potermi immergere nelle meraviglie della tundra subartica.  Sarà interessante mettermi alla prova in un ambiente naturale completamente nuovo e poter ridefinire i miei limiti. – dichiara il giovane torinese - Indipendentemente da come andrà, sono certo che Fjällräven Polar saprà cambiarmi la vita, ancora una volta”.  


                                                                                            


                                                                                         

                                                                                   
                                                                                          









Ufficio Stampa Fjällräven Italia
Sandra Ferino - sandra.ferino@bluwom.com - tel. 0432 886638

13 commenti:

  1. Che bello, deve trattarsi di un evento davvero molto entusiasmante: diverso dal solito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. assolutamente vero……beate le persone eette che hanno partecipato

      Elimina
  2. foto spettacolari, credo sia stata un'esperienza da togliere il fiato

    RispondiElimina
  3. Comunque vada penso che Lorenzo abbia ragione, sara un'esperienza che gli cambierà la vita. In bocca al lupo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si in bocca al lupo a Lorenza, un’esperienza davvero unica

      Elimina
  4. Sarei davvero curiosa di visionare la sua video-candidatura. In ogni caso, ci vuole fegato per partecipare ad un'avventura del genere, perché le prove che si dovranno affrontare saranno decisamente toste e non adatte a tutti. Però, l'esperienza deve essere una di quelle che ti porti dentro per tutta la vita. Gli faccio un grandissimo in bocca al lupo.

    RispondiElimina
  5. Sicuramente un esperienza dura ma altrettanto affascinante. Complimenti al nostro connazionale!

    RispondiElimina
  6. Un'esperienza che ho srmpse desiderato fare!!! E un giorno farò!!! Compreso vedere l' aurora boreale!!!!

    RispondiElimina
  7. un'esperienza davvero unica da vivere, ma per contro a me spiace vedere questi ppoveri animali tirare slitte per km e km nella fatica della neve anche se da sempre lo fanno

    RispondiElimina
  8. Oddio che esperienza stupenda dev'essere stata,ti ho un po' invidiato nel vedere queste foto!

    RispondiElimina
  9. Immagino sia stata un esperienza stupenda per voi, sicuramente da invidiare! Mi piacciono tantissimo i posti così ma non ho mai tempo per prendermi una vacanza.

    RispondiElimina
  10. un'esperienza davvero dura ma credo meravigliosa, bello che quest'anno ci sia anche un italiano

    RispondiElimina

Powered by Blogger.